Luigi Fontana presenta “La felicità ha il sapore della salute”

Libreria Laterza Bari, lunedì 24 giugno 2024 – ore 18.30 – Luigi Fontana presenta il libro “La felicità ha il sapore della salute”, scritto insieme allo chef Vittorio Fusari.
Dialogano con l’autore Maria Gabriella Caruso e Carlo Franchini.
 

La cucina della salute è conseguenza del tempo in cui viviamo. È il frutto di una consapevolezza più profonda rispetto al passato: oggi è importante avere un’attenzione diversa per quello che mettiamo nel nostro piatto. Come non rinunciare però ai piaceri della tavola? Come prepararsi un piatto da gran gourmet, salutare, buono e con ingredienti di qualità?
Per rispondere a tali quesiti abbiamo fatto incontrare il professore Luigi Fontana, tra i massimi esperti mondiali di longevità, con un grande cuoco, Vittorio Fusari, da sempre legato alla filosofia Slow Food. Grazie alla sua creatività e alla sua attenzione verso le materie prime il libro contiene 47 ricette inedite che ci indicano la via del benessere: sintesi di buona salute e buono stato d’animo, qualcosa che unisce corpo e anima di cui la buona cucina è imprescindibile.
Un volume bellissimo che unisce salute e alta cucina e ritorna in libreria in versione tascabile.

 
 

Luigi Fontana, classe 1969, è un medico e scienziato riconosciuto a livello internazionale, considerato uno dei massimi esperti mondiali nel campo della nutrizione e della longevità. I suoi studi pioneristici sugli effetti della restrizione calorica hanno aperto una nuova area nell’ambito della ricerca nutrizionale, che promette grandi potenzialità nella prevenzione delle malattie croniche legate agli scorretti stili di vita e nella comprensione della biologia dell’invecchiamento. È professore ordinario di Medicina e nutrizione presso l’Università degli Studi di Brescia e la Washington University di Saint Louis, dove dirige il programma di ricerca sulla longevità. È autore, con Franco Berrino, di La grande via (Mondadori 2017).

Vittorio Fusari, classe 1953, è stato un grande cuoco italiano. Per tanti anni ha guidato Il Volto a Iseo, sua città natale. Passa poi alle Maschere, ristorante d’autore, dove ha potuto creare e sperimentare i piatti divenuti simbolo della sua cucina. Dopo un ritorno al Volto è il momento prima della Dispensa Pani e Vini di Adro, quindi del Pont de Ferr, a Milano sui Navigli, che lascia nel dicembre 2017. Nell’aprile 2018 prende le redini del Balzer, storico locale di Bergamo. È stato premiato nel 1992 con la stella Michelin, che ha mantenuto fino al 2007, e nominato da Carlo Petrini benemerito della gastronomia. Profondo conoscitore della materia prima, si è cimentato per la prima volta con ricette per il benessere nel libro “La felicità ha il sapore della salute“. È morto improvvisamente all’età di 66 anni, il primo gennaio del 2020.

PROSSIMI EVENTI